Project

Managing Complexity

Marketing Strategy

Finalizing Projects

Rosella Martinello

Laureata in filosofia all’Università di Pavia, alunna del Collegio Ghislieri, consegue un master in comunicazione e marketing. Entra in Rcs come stagista, ne esce come direttore marketing area libri varia. Sviluppa e gestisce le diverse leve del business e della comunicazione dei brand Bur, Rizzoli, Sonzogno, Bompiani, Fabbri portando il suo team verso lanci di successo. Nel 2013 fonda Studio Dispari, del quale è presidente, e applica il marketing del content a qualsiasi industry, dall’editoria allo sport. La sua skill preminente è rendere le idee realtà.

Perché amo quello che faccio

Mettiamo idee e know how al servizio del cliente per dare luogo a una consulenza efficace e a progetti di livello, certezza che leggiamo nella soddisfazione dei nostri clienti. Strategia e competenza si fondono con creatività e curiosità, qualità che ricerchiamo anche nelle nostre risorse. Alta professionalità, talento, dedizione e passione, queste le chiavi di una squadra che si distingue e di un’azienda di riferimento.
“Il mondo si divide in chi fa quel che dice, e gli altri.” A. Bourdain

LinkedIn

Team coordination

Design

Creativity

Research

Gianluca Dalla Zeta

Dopo gli studi in advertising e illustrazione alla NABA, nel 1998 fonda lo studio Zampediverse. Ricopre il ruolo di direttore creativo realizzando progetti editoriali per La Gazzetta dello Sport e il Corriere della Sera, e cura l’advertising della casa editrice Bompiani. L’esperienza in editoria porta alla collaborazione per Maggio dei Libri con l’AIE. Si specializza nella sport industry sviluppando insieme a RCS Sport la comunicazione del Giro d’Italia e del Dubai Tour, e si occupa dello sviluppo del new business seguendo clienti come Unicredit, Allianz e Red Bull. Crede molto nella ricerca continua, nella collaborazione e nel suo team, perché un ambiente di lavoro positivo aumenta la qualità del lavoro stesso.

Perché amo quello che faccio

Perché non mi accontento mai. Perché voglio sempre crescere e cambiare. Perché credo che la ricerca continua e un team coeso siano quello che serve a raggiungere gli obbiettivi

 

LinkedIn

Project Semplification

Accounting

Web Marketing

Team Coordination

Giuseppe Di Tria

Dopo gli studi in filosofia presso l’Università di Torino, diventa titolare di due librerie di cui anima la vita culturale. Nel 1999 entra nella rete vendita di RCS Libri, dove resta fino al 2011, completando le sue competenze nel trade e nelle tecniche di vendita. Parallelamente inizia a formare le sue competenze nell’area web e a collaborare all’interno dell’azienda a cantieri che interessano tra le altre cose anche la trasformazione digitale. Nel 2011 fonda insieme a Rosella Martinello la RG communication che nel 2013 si sviluppa integrandosi in Studio Dispari. In Studio Dispari riveste la funzione di Digital Director ampliando continuamente il suo livello di conoscenza del web e costruendo un approccio dinamico al processo di digitalizzazione delle medie aziende. Nel 2015 Studio Dispari è stato insignito da Google nell’ambito dell’Inspiration & networking outdoor, tenutosi ad Erba, come aziende che ha effettuato un’ “Efficace transizione dal marketing tradizionale al digital marketing”.

Perché amo quello che faccio

Perché mi permette di confrontarmi ogni giorni con progetti nuovi. Perché più approfondisco le cose, più le cose mi affascinano. Perché lavoro tutti i giorni a contatto con eccellenti professionisti. Perché amo da sempre interfacciarmi con i clienti e la loro soddisfazione è la mia miglior ricompensa.

LinkedIn

Problem solving

Team Coordination

Multitasking

Accounting

Andrea Volta

Si laurea in design della comunicazione al Politecnico di Milano, inizia la sua carriera lavorativa in PepeNymi e arriva in pochi anni a occuparsi della relazione e della creatività di grandi clienti come Rcs e 24OreCultura. In Studio Dispari amplia le sue capacità creative e le sue doti di project management diventando l’anima propulsiva dei progetti dello studio.

Perché amo quello che faccio

Perché faccio quello che amo. Perché credo che un lavoro organizzato e ben gestito sia l’unico modo per dare valore alla creatività. Perché amo costruire, giorno dopo giorno, un ambiente di lavoro positivo e propositivo, che trasforma le difficoltà in occasioni di crescita.

Linkedin